Renata Ilaria Bernardo: Presidente Anima Flegrea® e Direttrice Artistica Scuola Tango Ardente, presiede tutte le attività didattiche della Scuola

Renata Ilaria Bernardo nasce a Pozzuoli il 15 giugno del 1975. Ha curato le discipline corporee fin da bambina attraverso lo studio della danza classica, disciplina che ha contribuito fortemente anche alla sua formazione umana e personale. Figlia d’Arte, fa del suo amore incondizionato per l’Arte una ragione di vita. Spazia in diversi ambiti artistici. Si dedica alla pittura, alla moda, all’artigianato e alla poesia. Studia dizione, recitazione e danza a fini teatrali. Diplomatasi all’Istituto d’Arte di Napoli, alla sezione Moda e Costume, consegue la Laurea in Filosofia con indirizzo psico-pedagogico, all’Università Federico II di Napoli, specializzandosi poi in Mediazione Familiare Sistemica. Approda al Tango formandosi inizialmente a Napoli e studiando con maestri e ballerini di fama internazionale, tra i quali Osvaldo Zotto, Lorena Emorcida, Eduardo Cappussi e Marianna Flores, Nora Witanowsky e Juan Carlos Martinez e con campioni italiani di livello europeo. Si diploma presso l’Associazione Nazionale Maestri di Ballo (A.N.M.B.) con sede a Modena, conseguendo la qualifica professionale per il Tango argentino. La sua formazione umanistica la induce a considerare della danza non solo gli aspetti tecnici e didattici, ma anche le implicazioni culturali ed antropologiche.

Si occupa di Tangoterapia assimilandovi le sue competenze psico-pedagogiche attraverso  percorsi sperimentali di integrazione alla Psicoterapia, in collaborazione con la Psicoterapeuta Cristina Bernardo.

Riconoscendo nel Tango una modalità espressiva che più si avvicina al suo “sentire”, non rinuncia mai ad approfondirne le implicazioni storiche e letterarie e i risvolti simbolici e metaforici, considerandolo un linguaggio del corpo (e dell’anima) che incarna la relazione comunicativa tra l’uomo e la donna, i rispettivi ruoli e le differenze di genere, l’eterna dicotomia tra il maschile e il femminile.

Parallelamente allo studio partecipa come ballerina a diversi spettacoli  teatrali e concerti, collaborando con vari artisti, tra i quali il cantautore italo-argentino Diego Moreno e il quintetto Neofonia Ensemble, e prestando la sua collaborazioni a progetti televisivi, musicali e discografici.

La sua lunga gavetta prima e il suo percorso di insegnamento poi, sfociano in un progetto di divulgazione della cultura del Tango nei Campi Flegrei, sua amata terra d’appartenenza. A questo scopo fonda, nel 2009, l’Associazione Culturale Anima Flegrea® di cui è Presidente e dirige con passione e assoluta dedizione la relativa e attuale Scuola Stabile Tango Ardente, avvalendosi della collaborazione di ballerini tra i quali l’argentino Mariano Navone, Donato Cuocolo e Francesco Smorra. Determinante è la sua vicinanza a Gerardo Quiroz che l’aiuta a seguire una sintesi stilistica portandola verso un Tango essenziale e puro.

Francesco Smorra: Maestro Stabile

Francesco Smorra si forma come ballerino a Napoli nelle scuole locali a partire dal ‘97, per poi perfezionare la tecnica in Argentina con i maestri di Tango più famosi come Naveira, Salas, Frumboli, Rivarola, Osvaldo e Miguel Angel Zotto, Gabriel Missé, J. Balmaceda. Approfondisce la tecnica sia maschile che femminile sotto la guida di Alejandra Mantiñan e, fondamentale per la sua formazione, risulta l’incontro, nel settembre del 2000, con la maestra, coreografa e ballerina Victoria Arenillas con la quale perfeziona la tecnica del movimento e l’improvvisazione.

Nello stesso periodo, inizia con Victoria una fruttuosa collaborazione che lo porterà a fondare la compagnia “Y Viva el Tango!” e a collaborare nell’insegnamento a Napoli e nelle scuole di Roma, Catania, Lecce e Messina maturando una solida conoscenza didattica. Da sempre sensibile alle nuove tendenze del Tango, e’ ideatore e fondatore di Tangout sotto la cui etichetta si raccolgono tutte le diverse contaminazioni tra danze e movenze contemporanee inerenti al pianeta Tango. Dal ’94, si occupa di scrittura teatrale e cinematografica. Nel ’97 assiste alla regia de “Lo Straniero” di Camus e, nell’autunno dell’anno successivo, realizza “Sotto lo stesso tetto” di C. Belsito al teatro Colosseo di Roma per la regia di Roberto Azzurro.

Ha al suo attivo la scrittura di tre spettacoli di Tango: “CanTango”, “Hotel Victoria” e “Il Sogno di Gardel”. Quest’ultimo è stato rappresentato a Napoli al Teatro Galleria Toledo nell’ambito della rassegna “Napoli-Buenos Aires Andata e Ritorno”. La rassegna si è avvalsa della presenza e consulenza artistica di Pino Solanas con la partecipazione di Silvia Wladiminsky e Alina Narciso. Viene invitato nell’ottobre del 2003 a rappresentare lo spettacolo al “IV Festival Internazionale di Tango di Udine e, nella versione ridotta, in altre città d’Italia.  De “Il Sogno di Gardel” firma anche la regia. Amico e allievo dei maestri Leonardo Elias, Ricardo Gallo e Mauro Barreras, ha avuto l’opportunità di dirigerli nei suoi spettacoli. Nel 2014 è chiamato da Juan Carlos Martinez e Nora Witanowsky a far parte della compagnia “Tango Cabaret” con la quale si esibisce come ballerino nello spettacolo “Bailarin Compadrito”.  Dal 2006 è maestro stabile all’International Dance Contemporary Art Center “Korper” di Napoli e, dal 2016 collabora con la Scuola Tango Ardente di Anima Flegrea® diretta da Renata Ilaria Bernardo.

Gerardo Quiroz: Maestro d’Onore e Special Guest Star

Gerardo Quiroz, argentino, nasce il 19 di novembre del 1945, “autentico milonguero”. Approda nelle milongas di Buenos Aires nel 1968. Li, per due anni osserva, seduto al suo tavolo, gli altri danzare. Vicino a lui i suoi amici di sempre, i migliori ballerini del tempo: Raul Bravo, Toto Faraldo, El Aleman, “Virulazo”.

Le piste da ballo sono state per Gerardo le uniche maestre. Nel 1990 avviene l’incontro più importante della sua vita di tanguero: Carlos Gavito. È l’inizio di una lunghissima amicizia. Nell’anno 2001 Gerardo Quiroz è il campione metropolitano di Tango argentino. Quiroz arriva in Italia nel 2005, qui collabora con associazioni di Tango e cultura argentina. Tiene stages ed esibizioni a Biella, Milano, Genova, Torino (Festival del Tango), Ancona, Bologna, Imola, Padova, Ferrara, Rovigo, Messina, Napoli, Bergamo, Lecce, Firenze, Pisa, Roma (Festival del Tango). Collabora, a Rimini, con l’associazione “Argentini a Rimini” e tiene alcuni corsi a Palermo. Nel 2006 si esibisce al Teatro Titano della Repubblica di San Marino con lo spettacolo “Nostalgia di un emigrante”. Nel dicembre dello stesso anno tiene un seminario presso il Palazzo del Podestà nell’ambito della manifestazione  “Equamente”, organizzato con il contributo di Regione Emilia Romagna, Provincia di Rimini, Comune di Rimini, Comune di Riccione.

Nel maggio 2007 partecipa all’Argentina Tango Festival di Pesaro. Nel giugno 2007 è invitato speciale della società de Borg di Rimini nell’ambito dell’iniziativa  “Aspettando la notte rosa”. Nel 2014  ha un ruolo speciale nella compagnia “Tango Cabaret” di  Juan Carlos Martinez e Nora Witanowsky esibendosi nello spettacolo “Bailarin Compadrito”.

Quiroz è considerato dalle “milongueras” porteñas il tanguero più elegante delle milongas. Il Tango di Gerardo Quiroz  è passione, eleganza e sensualità. L’atmosfera che solo lui riesce a creare con la sua forma di ballo è di rara intensità. Con Gerardo Quiroz la tradizione dell’autentico Tango argentino continua.