Francesco Smorra si forma come ballerino a Napoli nelle scuole locali a partire dal ‘97, per poi perfezionare la tecnica in Argentina con i maestri di Tango più famosi come Naveira, Salas, Frumboli, Rivarola, Osvaldo e Miguel Angel Zotto, Gabriel Missé, J. Balmaceda. Approfondisce la tecnica sia maschile che femminile sotto la guida di Alejandra Mantiñan e, fondamentale per la sua formazione, risulta l’incontro, nel settembre del 2000, con la maestra, coreografa e ballerina Victoria Arenillas con la quale perfeziona la tecnica del movimento e l’improvvisazione.

Nello stesso periodo, inizia con Victoria una fruttuosa collaborazione che lo porterà a fondare la compagnia “Y Viva el Tango!” e a collaborare nell’insegnamento a Napoli e nelle scuole di Roma, Catania, Lecce e Messina maturando una solida conoscenza didattica. Da sempre sensibile alle nuove tendenze del Tango, e’ ideatore e fondatore di Tangout sotto la cui etichetta si raccolgono tutte le diverse contaminazioni tra danze e movenze contemporanee inerenti al pianeta Tango.

Dal ’94, si occupa di scrittura teatrale e cinematografica. Nel ’97 assiste alla regia de “Lo Straniero” di Camus e, nell’autunno dell’anno successivo, realizza “Sotto lo stesso tetto” di C. Belsito al teatro Colosseo di Roma per la regia di Roberto Azzurro. Ha al suo attivo la scrittura di tre spettacoli di Tango: “CanTango”, “Hotel Victoria” e “Il Sogno di Gardel”. Quest’ultimo è stato rappresentato a Napoli al Teatro Galleria Toledo nell’ambito della rassegna “Napoli-Buenos Aires Andata e Ritorno”. La rassegna si è avvalsa della presenza e consulenza artistica di Pino Solanas con la partecipazione di Silvia Wladiminsky e Alina Narciso. Viene invitato nell’ottobre del 2003 a rappresentare lo spettacolo al “IV Festival Internazionale di Tango di Udine e, nella versione ridotta, in altre città d’Italia.  De “Il Sogno di Gardel” firma anche la regia.

Amico e allievo dei maestri Leonardo Elias, Ricardo Gallo e Mauro Barreras, ha avuto l’opportunità di dirigerli nei suoi spettacoli. Nel 2014 è chiamato da Juan Carlos Martinez e Nora Witanowsky a far parte della compagnia “Tango Cabaret” con la quale si esibisce come ballerino nello spettacolo “Bailarin Compadrito”.  Dal 2006 è maestro stabile all’International Dance Contemporary Art Center “Korper” di Napoli e, dal 2016 collabora con la Scuola Tango Ardente di Anima Flegrea® diretta da Renata Ilaria Bernardo.